Un aperitivo con i changemakers della salute

Martedì 18 ottobre sono stata all’headquarter di Sanofi Italia a parlare di opencare e makers per uno degli “Incontri ravvicinati” sul tema: Changemakers della salute – Si moltiplicano le soluzioni degli innovatori che ripensano la salute personalizzandola, percorrendo sentieri finora inesplorati o intraprendendo percorsi poco battuti. Insieme a Federico Ferrazza direttore di Wired e Martina Pennisi, giornalista del Corriere della Sera abbiamo ascoltato e commentato 5 storie raccontate da: Paolo Badano, Genny Mobility Laura Rossi, H-Maps Daniele Lombardo, Robotics Life Marco Squicciarini, Traslator 4 Children Andrea Mezzanzanica, Open Biomedical Initiative “#makerspace: le nuove tecnologie che si aprono alla partecipazione” @zoescope a #MeetSanofi pic.twitter.com/7yZqFEU1In — Sanofi Genzyme IT (@SanofiGenzymeIT) 18 ottobre 2016

La storia di Marie e del suo cuore digitale ci parla delle nuove frontiere di hacker e makers

(originally created and posted on CheFuturo) “Oggi sono qui per parlarvi di un tema che mi sta molto a cuore. Porto con me un dispositivo medico, un pacemaker che genera ogni singolo battito del mio cuore. E come posso fidarmi del mio stesso cuore quando è controllato da una macchina che gira su codice proprietario e senza alcuna trasparenza?” Così ha iniziato il suo intervento Marie, al 32esimo Chaos Communication Congress che da più di 30 anni, nella settimana tra Natale e Capodanno, ospita una serie di interventi sul tema della sicurezza, crittografia e libertà di parola in rete e accoglie circa 13 mila persone per 3 intensi giorni fatti di scambio di conoscenze, esperimenti, sessioni di studio, hacking di qualsiasi cosa. LA STORIA DI MARIE E DEL SUO CUORE DIGITALE La storia di Marie inizia 4 anni fa quando il suo cuore ha iniziato a battere troppo lentamente ed in emergenza le è stato impiantato un pacemaker, come accade a

read more La storia di Marie e del suo cuore digitale ci parla delle nuove frontiere di hacker e makers